Attendere...

CAFFE' IN GHIACCIO CON LATTE DI MANDORLA
1

CAFFE' IN GHIACCIO CON LATTE DI MANDORLA 

Per noi leccesi  è un  rito al quale rinunciamo difficilmente, soprattutto d’estate. La bevanda è stata inventata negli anni cinquanta da Antonio Quarta, pittore e proprietario di un piccolo bar leccese, il quale tostava i chicchi di caffè con un tostino a mano di cinque chili. Proprio in quegli anni creò una bevanda, “il caffè in ghiaccio”, capace di dissetare i suoi clienti dalla calura estiva e lasciargli in bocca l’aroma del suo buon caffè. Successivamente fondò l’azienda Quarta Caffè. Oggi in tutti i bar della città viene servito il caffè in ghiaccio seguendo ancora la sua ricetta originale. L’aggiunta del latte di mandorla al caffè, conferisce un gusto particolarmente fresco. Il latte di mandorla può essere assunto da chi è intollerante al lattosio, per cui, è un’ottima alternativa al latte vaccino.


ph: @alibera81

PASTICCIOTTO LECCESE
2

PASTICCIOTTO LECCESE

Quando un Salentino va via dalla sua terra nativa, avverte immediatamente la mancanza del Pasticciotto. E' lui il Re, friabile e profumato, il dolce Salentino per eccellenza... una deliziosa pasta frolla ripiena di crema pasticcera. I Salentini sono fieri di attribuire le origini di questa prelibatezza, proprio in una città nel centro Salento: Galatina. E’ proprio nella Pasticceria Ascalone che il pasticciotto ha preso vita nel 1745, assemblando solo due prodotti comuni in quell'epoca: la pasta frolla e la crema pasticcera. Al Maestro Andrea Ascalone sembrava un 'pasticcio' ed è proprio per questo che il dolce simbolo del Salento porta questo nome. Deliziate il vostro palato in una delle tante pasticcerie del Salento.


ph: @antonellasonnessa

CAVA DI BAUXITE
3

CAVA DI BAUXITE

Il Salento è un posto che offre tanto e chi ha poco tempo deve scegliere a cosa dare priorità, ma tra le cose da fare assolutamente prima di andare via da questa meravigliosa terra, è visitare la Cava di Bauxite detta anche ‘il gran canyon di Otranto’. I suoi colori impressionanti fanno da cornice ad uno scenario naturale di elevata bellezza. Per raggiungerla, bisogna percorrere la strada che da Otranto porta a S. Cesarea, entrare a Otranto dall'ultimo incrocio e voltare la prima a destra. Una volta imboccata, la stradina di campagna diventa sterrata fino a raggiungere un punto in cui non si può più procedere; guardate, sulla vostra destra per ammirare il laghetto di un verde intenso circondato da terra rossa.

ph: @fabrideiaco
I VINI DEL SALENTO
4

I VINI DEL SALENTO

Nel Salento troverete diversi vitigni autoctoni tra cui i più famosi sono il Negroamaro ed il Primitivo.
NEGROAMARO: Il suo nome è una ripetizione della parola nero in due lingue: niger in latino e maru in greco antico. Una delle band musicali più famose d’Italia deve il suo nome proprio a questo vitigno.
PRIMITIVO: Sembra essere originario della Croazia anche se geneticamente identico al vitigno californiano Zinfandel.
Prenotate una visita guidata presso le Cantine PaoloLeo per degustare vini pluripremiati come il Negroamaro in Purezza ‘Orfeo’ o il Primitivo ‘Fiore di Vigna’.

ph: @christian_campanelli
FRISA O FRISELLA
5

FRISA O FRISELLA

Con le alte temperature estive, si cerca sempre un’alternativa fresca e gustosa per pranzo o cena… Nel Salento c’è la ‘Friseddha’! Uno dei prodotti più buoni del forno salentino, una sorta di pane che viene cotto, tagliato a metà, e poi cotto nuovamente in forno. In passato, si usava bagnare le friselle direttamente in acqua di mare, e consumarle condite con pomodoro fresco (premuto per far uscire il succo), olio e sale. Solo un piccolo consiglio: Dimenticate la forchetta e mangiate questa delizia rigorosamente con le mani!
ph: @thelapisu
GROTTA DELLA POESIA
6

GROTTA DELLA POESIA

Nel Salento ci sono molti luoghi di incantevole bellezza, ma per noi the winner is… Grotta della Poesia! Percorrendo la strada che unisce San Foca a Torre dell’Orso, troverete una piccola marina chiamata Roca. È proprio qui che si trova questa piscina naturale con acque cristalline circondata dal più bel paesaggio naturale della costa adriatica.  La leggenda narra che una bellissima principessa amava recarsi ogni giorno in questo luogo straordinario per fare il bagno. Quando la notizia iniziò a diffondersi, diversi poeti si recarono nei pressi della grotta per lasciarsi ispirare a scrivere nuovi versi.
ph: @giuliaeos

 

RUSTICO LECCESE
7

RUSTICO LECCESE

Sua maestà il rustico leccese è lo street food più tradizionale del Salento… Girovagando per la città non si può fare a meno di sostare in un bar, forno o rosticceria… Potrete innamorarvi di lui a pranzo, aperitivo o anche a cena. Da antica tradizione, è composto da pasta sfoglia, pomodoro, mozzarella, besciamella e pepe.


ph: @emannuelap
PIZZICA SALENTINA
8

PIZZICA SALENTINA

“Pizzicarella mia, lu camenatu tou pare ca balla”… questo è un verso di una delle canzoni di pizzica più famose nel Salento. Il mese di Agosto è il periodo ideale per trovare facilmente una serata in cui cimentarsi a ballare la pizzica. Da qui, potrete vedere tutte le tappe ‘La Notte della Taranta’, il più grande Festival dedicato alla valorizzazione del territorio Salentino. Vi consigliamo di seguire il gruppo dei nostri cari amici  Alla Bua, sono straordinari nel rappresentare l’essenza della tradizione Salentina.
ph: @miklupin
 
 
VINCENTCITY
9

VINCENTCITY

Una terra così legata all’arte in tutte le sue forme ci regala anche la possibilità di conoscere un’artista eccezionale: Vincenzo Brunetti, affettuosamente definito ‘La libellula del Sud’. La sua dimora è una delle attrazioni principali di turisti e non, perciò lasciatevi sorprendere come farebbe un bambino, visitate il suo eremo ed ammirate Vincent mentre dipinge.


ph: @soniaqq
TORRE LAPILLO
10

TORRE LAPILLO

Si sà che nel Salento le spiagge sono belle ovunque, ma quelle di Torre Lapillo ricordano tanto le spiagge esotiche, infatti sono le più frequentate del mare Ionio. Avete ampia scelta, da Punta Prosciutto fino a Porto Cesareo sembra essere in un paradiso terrestre.  Qui troverete gli orari per visitare la bellissima Torre di avvistamento dove si potranno fare anche diverse escursioni. Da fare in assoluto l'osservazione astronomica.


ph: @real_dondoog_patisso

SAGRE PAESANE
11

SAGRE PAESANE

Spesso la domanda che un turista si fa è : ‘Cosa posso fare nel Salento?’ In questa magica terra si potrebbe trascorrere anche un mese di vacanza senza mai annoiarsi: dal visitare bellissimi paesini tranquilli dove il tempo sembra essersi fermato a degustare prodotti tipici Salentini nelle numerose sagre di paese. Non potete andar via dal Salento senza aver visto la magia che vi è durante una sagra... è particolare perchè legata alle tradizioni popolari, alla conoscenza di un prodotto tipico specifico, un mix di arte culinaria e storia. Vi consigliamo di dare un'occhiata su @salentovip per scegliere la vostra sagra e scoprire i migliori eventi nel salento.
ph: @sagrateluranu
TORRE DEL SERPE
12

TORRE DEL SERPE

Il Salento è stato da sempre oggetto di numerosi attacchi da parte delle popolazioni del Mediterraneo, infatti, sulle coste salentine ci sono numerose torri di avvistamento sia su lato Adriatico che Ionio. In questo caso, la Torre del Serpe si trova nei pressi di Otranto (lato Adriatico); prende il nome da un’antica leggenda: un serpente ogni notte saliva sulla torre per bere l’olio che alimentava la lanterna del faro; una notte i Saraceni, diretti verso Otranto per saccheggiarla, passarono oltre ed attaccarono Brindisi, poiché il serpente aveva bevuto l’olio e il faro si era spento.
ph: @trinity_twist
 
MARINA SERRA
13

MARINA SERRA

Davvero troppo bella! Nel Salento è possibile ancora trovare luoghi allo stato naturale come la suggestiva piscina naturale di Marina Serra. Chiunque passa la giornata in queste acque cristalline rimane affascinato anche dal panorama che comprende una bellissima scogliera. Il periodo ideale è Giugno, Luglio e Settembre, ad Agosto c’è un po’ di sovraffollamento, ma è una tappa obbligatoria!
ph: @taddens
 
PITTULE
14

PITTULE

Tipiche della cucina popolare Salentina, le Pittule, sono delle irresistibili palline di pasta lievitata fritta. Potete innamorarvi di loro in una tipica trattoria, oppure in una sagra. I più golosi potranno gustare le varianti  alle olive nere, al cavolfiore o alla ricotta. Scopri i consigli di Nonna Tetta per preparare le pittule.
ph: @vale90ntina

 
PUNTA PALASCIA
15

PUNTA PALASCIA

Punta Palascia è un affascinante scorcio del Salento che rappresenta il punto più ad est d'Italia; regala un panorama mozzafiato da ammirare con gli occhi e con il cuore, soprattutto se vi recherete in questo luogo ad ammirare la magia della prima alba d’Italia. Per molti anni il faro era rimasto abbandonato e, con il passare degli anni, la struttura cominciava a risentirne; grazie all’interesse internazionale, si è recuperato il patrimonio architettonico disponibile ormai per tutti coloro che desiderano visitarlo.
ph: @mifra.2015
 
RICCI DI MARE
16

RICCI DI MARE

Fare una vacanza nel Salento e non mangiare almeno 10 ricci è un peccato capitale! Per una scorpacciata all’insegna della bontà e freschezza, dovete recarvi nelle zone di Porto Badisco; gusterete, in dei luoghi semplici e spartani, innumerevoli ricci di mare freschissimi e pescati sul momento. Se siete amanti della pasta, approfittate delle linguine ai ricci di mare. Ricordate che i ricci si mangiano i mesi che all’interno del loro nome contengono la lettera ‘R’.
ph: @mai_sto
 
DORMIRE SOTTO LE STELLE
17

DORMIRE SOTTO LE STELLE

Desideri sentirti un tutt’uno con la natura, libero di sognare ad occhi aperti? Quest’emozione la puoi vivere nel Salento. Dormire sotto le stelle è sempre stata un’esperienza magica, infatti, chi l’ha provata, la descrive proprio con questo aggettivo. La location perfetta per questo tipo di attività è sicuramente Parco dei Paduli, una località situata nel cuore del Salento, vicino San Cassiano. Cliccando su ‘Abitareipaduli’ potrete scoprire tutte le soluzioni create per vivere questa esperienza immersa nel verde.


ph: @parco_paduli
SPECCHIA
18

SPECCHIA

Tra i borghi più belli d’Italia, in particolare tra i primi 100, c’è Specchia, un piccolo paesino nel cuore del Salento situato al centro della penisola, tra il Mar Ionio ed il Mar Adriatico. La cittadina deve il suo nome ai cumuli di pietre che ancora è possibile scorgere qua e là, chiamati appunto “specchia”, utilizzati come difesa o come torri di avvistamento contro i potenziali nemici. Il nostro consiglio è perdersi tra i vicoli del paesino per vivere a pieno la realtà quotidiana… oppure, usufruite delle visite guidate gratuite organizzate presso l’ufficio informazioni turistiche.


ph: raffaellaperc
GROTTA ZINZULUSA
19

GROTTA ZINZULUSA

Se siete nel Salento dedicate qualche ora a visitare una delle più interessanti manifestazioni del fenomeno carsico nel territorio salentino. La grotta Zinzulusa, per la sua eccezionale diversità biologica, è l'unica grotta italiana annoverata nel 1999 dal KWI tra i primi 10 sistemi carsici mondiali a rischio e meritevoli di appropriata tutela. (Fonte)
Collegandosi su castropromozione.it troverete tutte le informazioni necessarie per visitarla (orari, costi e mappa). In dialetto salentino gli ‘stracci’ vengono chiamati ‘zinzuli’ e, dato che nella grotta si osservano numerose stalattiti e stalagmiti che ricordano la forma di un drappeggio o straccio, la grotta prende il suo nome proprio grazie a questo termine dialettale.
ph: @maicol_todeschini
 
PIZZI LECCESI
20

PIZZI LECCESI

Tutti pazzi per i pizzi! Non puoi resistere al profumo inebriante dei pizzi leccesi, l'unica possibilità che hai quando ti trovi davanti a questo pane condito è solo arrenderti e mangiarne uno... anche due o tre. La farina di grano, le olive, il pomodoro... I pizzi leccesi sono realizzati con i frutti della terra e rappresentano la vera identità del Salento regalando ad un semplice pezzo di pane una cultura, una tradizione e tanti ricordi. Non sarà difficile per voi ‘rintracciarli’, seguite il profumo dei panifici. Per chi ha nostalgia del Salento, può seguire la ricetta di Nonna Tetta e prepararli in casa.
ph: @a.laura94
 
FAVE E CICORIE
21

FAVE E CICORIE

Il contrasto creato dall' amaro della cicoria con il dolce delle fave, rende questo un piatto strepitoso!!! Fave e cicorie è un piatto povero della tradizione pugliese ed è stato anche riconosciuto dalla regione come prodotto agroalimentare tradizionale (P.A.T.) Viene fatto con ingredienti semplici e genuini: fave secche in purè con cicorielle selvatiche e l’immancabile pane di grano duro fritto. Diteci in quale zona del Salento vi trovate e vi indicheremo il posto migliore dove poter degustare un ottimo piatto di ‘fae e foje’. Se invece volete preparare questa vera e propria delizia tutta Salentina, potete seguire la ricetta di Nonna Tetta cliccando qui.
ph: @giuseppeteofilo
 
SALENTO IN MINIATURA
22

SALENTO IN MINIATURA

Quante cose si possono scoprire in pochi metri quadrati! Il Parco Tematico “Salento in miniatura” ricrea e propone concretamente la “carta fisica” della Penisola salentina. In piccoli spazi ammirerete e conoscerete l’arte e l’architettura rurale, gotica e barocca, tipica di questa meravigliosa terra! Rimarrete incantati nell’osservare dall’alto territori, luoghi e monumenti realizzati esattamente con gli stessi materiali a quelli impiegati nella realtà come le pietre locali quali pietra leccese, tufo o carparo. Visitate il loro sito per scoprire come raggiungere il parco www.salentoinminiatura.it
ph: @salentoinminiatura



 
LAGHI ALIMINI
23

LAGHI ALIMINI

A pochi Km a nord di Otranto, il “Ponte degli Alimini” divide due laghi, uno d’acqua dolce e uno salato, da un lungo tratto di sabbia bianca e finissima circondata da una magnifica pineta. A dieci metri dalla riva, noterete subito un relitto di una nave cargo spuntare come un iceberg tra le onde: si tratta della nave greca “Dimitrios”, imbarcazione all’epoca di 61m arenatasi nel 1978 nelle basse acque del mare locale. Da non perdere l' escursione in canoa per ammirare da vicino le splendide grotte ed insenature non raggiungibili da terra.. e ovviamente una visita alla Baia dei Turchi, il leggendario luogo di sbarco dei guerrieri turchi all'epoca della battaglia di Otranto.


ph: @annalisalore

LECCE
24

LECCE

Una passeggiata a Lecce o ‘Firenze del Sud’ è un viaggio nell’antica terra dei Messapi; nel fasto del barocco, la città accoglie palazzi e chiese caratterizzati dai raffinatissimi ricami in pietra leccese come la facciata della Basilica di Santa Croce e la spettacolare piazza Duomo. L’Anfiteatro Romano, nel cuore della città, regala un suggestivo affaccio nel passato. Nei borghi, i profumi delle tradizioni culinarie, gli artigiani, le antiche botteghe di cartapesta, artisti e musicisti, rendono la città di una bellezza unica.


ph: @fabiosalentosolo
 
SFIZIO SALENTINO

info@sfiziosalentino.it
Tel.: (+39) 0831 635 005
Fax.: (+39) 0831 681 215
Whatsapp: (+39) 392 303 7618
Facebook Msg: (+39) 392 303 7618

Sfiziosalentino è un marchio registrato Cantine PaoloLeo via Tuturano, 21 - 72025 San Donaci (BR) - ITALY - P.IVA 01897140743 Policy Privacy |  Policy Cookie |